Questo blog si occupa semplicemente di Musica. Qui troverete tante recensioni e news sugli album usciti da poco, quelli che hanno fatto la storia...e di quelli che non l'hanno fatta! Sulla colonna a sinistra, potete condividere il Blog su Facebook o Twitter; è presente, inoltre, un lettore mp3 grazie al quale potete ascoltare un po' di Classic Rock, e l'archivio con tutte le recensioni realizzate fino ad ora! Sulla colonna di destra gli articoli sono divisi per Artisti e generi musicali e sono inoltre segnalati tutti i post più popolari del Blog! E' possibile lasciare commenti ai post e votare agli eventuali sondaggi anche senza avere un account.

Seguimi anche su Facebook alla pagina "Crazy Diamond Music" e su "Blur & Brit Pop" e "Joy Division, Heart and Soul."!
Passa anche sul NUOVO SITO di Crazy Diamond Music:
http://crazydiamondmusic.altervista.org/blog/

Buona Musica a tutti :)

giovedì 19 maggio 2011

Moon Duo, "Mazes"

(2011, Genere: Psychedelic Rock, Space Rock)

Labirinto di psichedelia. Il progetto Moon Duo si fa sempre più interessante; per chi non lo sapesse, esso vede protagonisti Ripley Johnson, già co-fondatore della space-acid rock band dei Wooden Shjips, e consorte, Sanar Yamada. A un anno di distanza dal loro precedente lavoro, "Escape", rieccoli con un album dalle sonorità vintage: "Mazes". Labirinti. Il messaggio del disco è chiaro sin da subito: sound allucinogeni, loop inebrianti, riverberi, tappeti sonori ipnotici.

Questo trip ha inizio da "Seer", compulsiva, elettrizzante e psichedelica, vero caleidoscopio di sensazioni, e ha il suo sviluppo in pezzi che saranno una vera delizia estiva per gli estimatori dell'indie: la title-track "Mazes", "Fallout", "Run around", freschi, briosi e, a modo loro, spumeggianti. Il duo ha però smussato gli angoli e, rispetto ai primi lavori, sembra andare alla ricerca di qualche eco più melodico, più pop. Il tutto elegantemente, senza perdere di vista la propria identità tortuosa, come dimostrano brani quali l'ipnotica "Scars" e la bellezza magnetica e martellante di "In the sun". In "When you cut" è possibile notare come la voce del nostro viene modulata in toni simil-bowiani, al fine di ottenere un effetto ombroso e insieme sensuale. Ottimo pezzo. Il disco è composto da soli 8 brani ma è giusto così per un lavoro che risente di kraut rock e di tutta la buona musica psichedelica degli anni '70, e che in realtà è fin troppo omogeneo e simile a se stesso. A tal proposito, mi è parso che la durata dell'ultimo pezzo, "Goners" (sette minuti e 42 secondi) fosse eccessiva nel contesto della canzone stessa.

Un disco da ascoltare ad occhi chiusi. Sarà lui a trasportarvi.

Raising Girl consiglia l'ascolto di: "When you cut".

"Mazes", Moon Duo: 7+
Artisti simili a Moon Duo: Wooden Shjips.

Articoli Correlati: "Diamond Dogs" (David Bowie)

2 commenti: